Settembre 21 2020 0Comment

Intervista a Walter Piras: la mia start up e i software per il non profit

Continuano le interviste ai soci EUconsult Italia. Maria Siano ha incontrato Walter Piras, amministratore di Atlas.

 

Atlas è un’ azienda moderna e vicina alle esigenze delle realtà di terzo settore che di questi tempi vivono tanti cambiamenti giuridici e fiscali. A raccontarci questa splendida azienda fatta da giovani, con sede in Sardegna a San Gavino Monreale, Walter Piras che passa in un paio di minuti dal lei al tu.

Ciao Walter di cosa si occupa Atlas?

Siamo una start – up innovativa nata a settembre 2002. Ci occupiamo di realizzazione software innovativi come quello dedicato al mondo del non profit.

Perché una associazione o un ente non profit dovrebbe utilizzare un software?

Per risparmiare tempo e per gestire i flussi amministrativi e fiscali.

E sono tanti?

Pensiamo alle convocazioni assembleari, alla tenuta dei libri sociali o l’informativa sulla privacy. Il nostro software risponde a queste esigenze come quello dell’invio di e-mail, sms e alla gestione di un calendario di attività. Vogliamo aiutare le associazioni a gestire gli adempimenti fiscali come per esempio le nuove regole sui bilanci di rendiconto. Documenti soggetti a controllo da parte delle autorità competenti.

Ci fai un esempio semplice di cattiva gestione?
Pensiamo alle convocazioni assembleare fatte tramite gruppi social, questo tipo di strumento può essere usato per ricordare, ma la convocazione necessità di strumenti idonei come una e-mail oppure la mancata pubblicazione del bilancio, obbligatorio per legge.

Ma i vostri prodotti a chi sono diretti?

A tutte le tipologie di associazioni; inoltre il nostro lavoro è supportato da un team di esperti di terzo settore proprio per offrire un servizio integrato e completo.

Come azienda supportate anche realtà non profit?

Come azienda abbiamo fatto la scelta di donare l’1% del nostro tempo, prodotti, fondo ad organizzazioni impegnate in cause sociali come per il mondo della disabilità. Stiamo sviluppando ora una applicazione dal nome “Lucca senza barriere” per mappare il grado di accessibilità dei luoghi pubblici. Attività svolta con una realtà non profit del territorio.

Perché vi siete iscritti ad EUconsult Italia?

Per fare rete, conoscere nuove realtà e per dare il nostro contributo a questo settore.

admin

Write a Reply or Comment