Novembre 25 2019 0Comment

News dall’Europa: Robin Brady, presidente di EUConsult

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un interessante articolo di Robin Brady, Presidente di EUConsult.  Robin opera nel Regno Unito ed è Senior Consultant, specializzato in Social Impact e Management strategico.

 

EUConsult is needed now more than ever

“Siamo tutti consapevoli che EUConsult è stata istituita per sostenere consulenti che lavorano con organizzazioni del terzo settore e che tutti noi stiamo lavorando per garantire una migliore coesione sociale in Europa. Oggi pare che questo obiettivo sia più che mai necessario.

L’ascesa del populismo in tutta Europa è una sfida per i concetti liberali che sono alla base delle convenzioni che operano nella società civile. I governi populisti tentano di rifocalizzare la politica più strettamente sui gruppi di popolazione che si percepiscono come esclusi. Tutto questo mina il lavoro di molte organizzazioni della società civile in Europa e mette in discussione alcuni dei presupposti alla base della nascita di tali organizzazioni. Le organizzazioni della società civile sono un fattore chiave in una democrazia liberista e svolgono un ruolo chiave nella sfida al populismo.

L’ascesa del populismo dopo la crisi finanziaria globale è una sfida per tutta la società civile e probabilmente cambia e rafforza il ruolo delle organizzazioni della società civile in quanto i sistemi politici e le ideologie sono messi in discussione e messi in discussione.

I governi populisti stanno introducendo leggi e regolamenti per limitare le attività e le opportunità per la società civile e l’azione sociale in un evidente tentativo di ridurre il dissenso. Questa mossa di ridurre lo spazio della società civile è stata concepita per eliminare la voce delle diverse comunità e ridurre l’accesso al governo, ai servizi pubblici e alle istituzioni democratiche.

Questo rende il nostro ruolo di consulenti ancora più importante. Come attori indipendenti possiamo sostenere, valorizzare e facilitare i nostri clienti della società civile a diventare più resistenti e innovativi. Lavoriamo già con i nostri clienti per raccogliere fondi, progettare la programmazione, valutare l’impatto sociale e il nostro lavoro assume una nuova urgenza nel contesto attuale. Questo è reso più facile dall’appartenenza a reti quali EUConsult e EUconsult Italia dove possiamo imparare gli uni dagli altri e lavorare insieme per costruire la resilienza della società civile in tutta Europa.”

(Traduzione di Francesca Mineo)

 

EUConsult is needed now more than ever

We all know that EUConsult was set up to support consultants that work with Third Sector organisations and that we are working towards ensuring better social cohesion in Europe.  These days it feels like this aim is needed more than ever. The rise of populism across Europe is a challenge to the liberal concepts that underpin the accepted conventions operating in civil society. Populist governments attempt to refocus politics more narrowly on perceived exclusive population groups.  This undermines the work of many of civil society organisations across Europe and challenges some of the assumptions behind why such organisations were formed.

Civil society organisations are a key factor in a health liberal democracy and they play a key role in challenging populism across the world (Boeri et al 2018). Populism’s rise after the global financial crisis is a challenge to all civil society and arguably changes and enhances the role of civil society organisations as political systems and ideologies are challenged and questioned.

Populist governments are bringing in laws and regulations to limit the activities and opportunities for civil society and social action in an apparent attempt to curtail dissent.  This move to shrink civil society space is designed to remove the voice of different communities and reduce access to government, public services and democratic institutions.

This makes our role as consultants even more important.  As independent actors we can support, enhance and facilitate our civil society clients to become more resilient and innovative.  We already work with our clients to raise funds, design programming, evaluate social impact and our work takes on a new urgency in the current context.  This is made easier by belonging to networks such as EUConsult and EUconsult Italia where we can learn from each other and work together to build civil society resilience across Europe.

 

 

admin

Write a Reply or Comment